Vai al contenuto

La mia esperienza a Bucarest in un weekend

Il mio 2023 inizia subito con un breve soggiorno a Bucarest. La capitale dell’Est che mi ha davvero colpito in tutte le sue sfaccettature. Premetto che sono partito senza nessuna aspettativa, in realtà mi sono ricreduto in quanto la città si è rivelata incantevole. Bucarest, come la maggior parte delle città rumene in questi ultimi anni sta diventando una meta turistica gettonata per le compagnie low-cost. Dall’Italia, Wizzair e Ryanair propongono diverse tratte settimanali per le principali città rumene. Da Catania sono ben quattro al momento (Bucarest, Iasi, Cluji, Bacau) le città con volo diretto con Wizzair. In particolare per Bucarest sono presenti nella release invernali 4 voli settimanali.

Ho approfittato dell’abbondanza di voli e di qualche giorno di ferie per gustarmi la capitale rumena. Il viaggio è stato compatto ma intenso. Siamo riusciti a toccare i maggiori punti d’interesse turistici e quelli che mi hanno attirato di più. Siamo partiti con la mia compagna di viaggio e di vita mercoledì 4 da Catania e tornati nelle prime ore del mattino del 6 gennaio 2023. L’aeroporto internazionale Henri Coandă di Bucarest si trova a Otopeni, a circa 16 km dal centro della Capitale rumena. Ben collegato al centro città dal 2021 con la stazione ferroviaria  Gara de Nord e la linea autobus 783.

Oltre ai mezzi pubblici lo scalo è servito anche dai taxi. Consiglio la catena uber che ho usato e mi sono trovato benissimo. A pochissima distanza dall’aeroporto è possibile raggiungere una delle attrazioni principali di Bucarest, le Terme. Si tratta della struttura termale più grande d’Europa. La vicinanza all’aeroporto favorisce l’afflusso di turismo e la possibilità di rilassarsi per breve tempo prima di affrontare un viaggio.

Arrivando poco prima di pranzo abbiamo colto l’occasione di visitare subito le terme in modo da dedicare il resto del soggiorno a Bucarest. Come anticipato ho preferito l’opzione uber per i miei spostamenti in quanto il servizio è davvero molto economico e pratico. Dopo aver soggiornato alcune ore alle terme ci siamo recati al nostro alloggio che si trovava nel quartiere Lipiscani, la città vecchia, in pieno centro. Consigliato da amici viaggiatori, ci siamo trovati benissimo. La struttura aveva la maggior parte dei luoghi di interesse nei dintorni oltre ad avere la movida a sotto “casa”. QUESTO è il LINK per prenotare la struttura tramite Booking.com

Dopo un tour serale la giornata successiva, il giovedì 5, è stato dedicato a girare Bucarest. Siamo stati fortunati anche in questa occasione con il meteo. Nonostante il freddo sopportabile, non ha mai piovuto. Tra le cose che mi hanno colpito sicuramente merita il palazzo del Parlamento per la sua maestosità e la bellissima libreria Cărturești Carusel.