Vai al contenuto

Cosa vedere a Potsdam in 1 giorno

Durante una visita a Berlino consiglio di fare una gita fuori porta per visitare Potsdam. Grazie all’ottima organizzazione dei mezzi pubblici con la rete urbana S-Bahn (linea S7) si arriva direttamente alla stazione centrale. Un giorno a Potsdam basta per vedere la città conosciuta come “la Versailles tedesca” per il gran numero di parchi e palazzi. Fu inserita nella lista dei Siti UNESCO nel 1990. La città è anche centro industriale e scientifico di rilievo, con più di 30 istituti di ricerca, nonché sede universitaria.

Nel 1945 durante la Seconda Guerra Mondiale la città un violento bombardamento dagli alleati. Il centro storico fu devastato lasciando indenni alcuni palazzi storici. Al termine del conflitto la città divenne famosa per l’omonima conferenza con la quale si suddivise Berlino in quattro settori di occupazione. A Potsdam ancora oggi è possibile vedere gli esiti della guerra con i lavori per la ricostruzione che sono ancora in corso.

Centro Storico

Prima tappa appena si arriva alla stazione di Potsdam è l’imperdibile centro storico. Attorno è possibile vedere dei bellissimi monumenti. Meritano una citazione la chiesa di San Nicola affacciata sulla piazza del mercato (Alter Markt), l’obelisco e il Castello (Stadtschloss), un tempo utilizzato come difesa della città.

Porta di Brandeburgo

Fu costruita da Federico II di Prussia alla fine del 1700, faceva parte un tempo di una cinta muraria che serviva come accesso alla città. Attorno ad essa oggi si è sviluppata la zona dello shopping di Potsdam.

Quartiere Olandese

Curioso quartiere, Holländisches Viertel, è composto da 134 case in mattoni rosse con finestre e rifiniture bianche. Aperta dagli artigiani olandesi a metà del 1700 è la più grande collezione di case in stile olandese al di fuori dei Paesi Bassi.

Altri luoghi interessanti da visitare sono:

  • Palazzo dell’Orangerie
  • Palazzo Sanssouci
  • Neues Palais (Palazzo Nuovo)
  • Il quartiere di Alexandrowka