Vai al contenuto

Cosa vedere a Valencia in 1 o più giorni

Valencia è la terza città più importante della Spagna e una delle più importanti del Mediterraneo. Negli ultimi anni grazie ad eventi sportivi di rilevanza. La Coppa America di Vela e la parentesi in Formula 1 ha portato la città ad uno splendore architettonico moderno e un incremento del flusso di turisti. Tappa di numerose crociere, durante l’anno offre molto in termini di cultura, cibo e movida. La parte storica di Valencia è da ammirare per i suoi colori. Imperdibile l’Oceanografic inserito nel contesto della Città della Scienza (Ciudad de la Ciencia).

Ho avuto modo di visitare la città per mezzo di una crociera. Per visitare bene la città spagnola occorrono almeno 3 giorni. La mia visita è stata incentrata sulla meravigliosa Città delle Scienza e delle Arti con annesso l’Oceanogràfic. Il polo in toto vale assolutamente la visita sia da soli che in famiglia per la quantità di attrazioni comprese. L’Oceanogràfic, tra l’altro è l’acquario più grande d’Europa. Consiglio un tour in giro con gli autobus turistici per visitare il centro cittadino con un punto di vista differente. Ecco il Link.

Cattedrale

Nel cuore del centro storico è circondata da diversi monumenti. Dedicata all’Assunzione di Maria fu edificata per volere di Giacomo I nel XIII secolo. Caratterizzata da tre porte realizzate in stili diversi. Il principale punto di forza all’interno della cattedrale è la possibilità di osservare il presunto leggendario “Santo Graal”, il calice che Gesù utilizzò durante l’ultima cena.

Plaza de la Virgen

Nei pressi della Cattedrale è presente una delle più importanti piazze cittadine. Al centro è presente la Fuente del Rio Túria, progettata da Montesinos. Famoso è il rito che si può ammirare tutti i giovedì dell’anno davanti al Tribunale presente nella piazza. Un’assemblea, davanti la porta degli Apostoli discute di controverse nate tra agricoltori, con una miriade di turisti che ascoltano in lingua Valenzana le sentenze emesse. Un vero e proprio rito.

Lonja de la Seda

Altro luogo di interesse del centro storico, testimonianza dell’antico mercato della seta, dichiarato Patrimonio UNESCO nel 1996. Il complesso è situato in un edificio del XV secolo, spesso utilizzato per esposizioni di ogni tipo.

Mercado Central

Altro interessantissimo luogo da non perdere in pieno centro storico, situato di fronte alla Lonja de la Seda, è il Mercato! Da oltre un secolo il mercato è un punto di ritrovo per i cittadini. Si possono acquistare ottimo cibo che va dalla carne alla frutta al pesce.

Il Museo di Belle Arti

La seconda pinacoteca spagnola si trova proprio a Valencia. Il museo si trova all’interno di un edificio costruito tra il XVII e il XVIII secolo e comprende circa 2000 opere, in larga parte risalenti al periodo XIV-XV secolo. Tra i nomi da citare Francisco de Goya, Van Dyck e Pinturicchio.

Il Barrio del Carmen

Luogo dalla storia infinita. Un tempo ha svolto diverse funzioni: centro dell’aristocrazia medievale, caserma, luogo di prostituzione, quartiere operaio. Oggi il quartiere è diventato uno dei più frequentati di Valencia in tutte le ore. Ritrovo per lo shopping di giorno e per la vita mondana la sera con numerosi bar e locali di ogni genere.

Circuito urbano di Valencia

Realizzato nell’area del porto impiegata per l’edizione dell’America’s Cup del 2007. Fu progettato da Hermann Tilke, il circuito ospitò edizioni dei gran premi di Formula 1 dal 2008 al 2012, sotto il nome di Gran Premio d’Europa. Purtroppo oggi ormai il circuito è in stato di abbandono. Per gli appassionati è possibile ammirare le strutture residue del tracciato.

Ciutat de les Arts i les Ciències e Oceanogràfic

L’immensa area moderna nei pressi del porto di Valencia è stata realizzata dall’architetto Santiago Calatrava. Essa comprende una serie di progetti architettonici all’avanguardia. Tra tutti spicca la Ciudad de la Ciències. L’opera immensa è composta da 5 differenti settori ognuno dei quali diviso in tre aree tematiche, scienza, arte e natura. Completa il complesso l’incredibile Oceanogràfic, l’acquario più grande d’Europa. Inaugurato nel 2003, comprende 45.000 esemplari per una varietà di circa 500 specie su una struttura di circa 100.000 m². Qui il link per prenotare in anticipo la visita.

Cosa mangiare a Valencia

Il piatto più famoso della Spagna e conosciuto in tutto il mondo, la paella valenciana ha origini in questa città. La paella originale è fatta con pollo o coniglio con l’aggiunta di diversi condimenti. La cucina di Valencia inoltre è influenzata dalla tradizione mediterranea. I piatti di pesce, carne e verdure di ogni tipo si possono assaporare accompagnati con diversi aromi. Per conclude le mandorle sono un must e vengono lavorate per la produzione del torrone.

Altri luoghi da visitare in città e nei dintorni

  • Stadio Mestalla
  • Giardini del Turia
  • Le spiagge
  • Il parco dell’Albufera