Vai al contenuto

Cosa vedere a Sofia in 1 giorno

Sofia è la capitale e la città più popolosa della Bulgaria. Si tratta della terza città più antica d’Europa dopo Roma e Atene. Fondata dai Romani nel VII secolo a.C. con il nome di Serdica. La posizione strategica ne ha permesso, nel corso della storia, di unire un mix di influenze Greche, Turche oltre che Balcaniche.

Conosciuta come la capitale più economica d’ Europa. Ho avuto modo di constatare personalmente la nomina che è stata affibbiata a Sofia. Confermo che la città è davvero molto economica. Nel link evidenziato vi racconterò la mia esperienza personale di una giornata a Sofia.

Cattedrale Aleksandar Nevski

Si tratta dell’opera religiosa più importante della città nonché la più grande chiesa ortodossa del paese. Le cupole dorate sono visibili da buona parte di Sofia. Dedicata all’eroe russo Nevskij. Fu costruita tra il 1898 e il 1912 in stile neo-bizantino. Da notare il contrasto, splendente fuori e cupa all’interno( fotografabile solo spendendo 10 lev). La costruzione è legata alla liberazione della Bulgaria dal dominio dell’impero ottomano nel 1879. Nella cripta si trova un piccolo museo dedicato all’arte cristiana. Una collezione di icone e murales sono comprese e caratterizzano lo sviluppo dell’arte religiosa bulgara.

Statua di Santa Sofia

La Statua di Santa Sofia si trova in Piazza Sveta Nedelnya. Eretta nel 2000 in sostituzione della statua di Lenin che occupava tale posizione tra il 1966 e il 1991. Realizzata in bronzo dallo scultore Georgi Chapkanov. Alta 8 metri, 26 m in tutto compreso il piedistallo. Il monumento rappresenta la personificazione della città. I due oggetti tenuti in mano sono ripresi dalla mitologia greca. Una corona d’alloro e una civetta, simboli della gloria e della sapienza.

Cattedrale di Santa Domenica

Si tratta di una cattedrale costruita nel 1856. Dalla storia travagliata subì danneggiamenti a seguito di un terremoto poco dopo la costruzione. Successivamente un attentato durante il funerale del generale Konstantin Georgiev causò la morte di 134 persone. La chiesa è visitabile tutti i giorni dalle 7.30 alle 19.30 gratuitamente.

Rotonda di San Giorgio

A pochi passi dalla cattedrale di Santa Domenica si trova un piccolo edificio di circa 10 metri di diametro incastonato tra i palazzi moderni di Sofia. Si tratta di un tempio pagano del IV secolo di epoca romana, costruito interamente di mattoni rossi. Al suo interno è possibile osservare degli affreschi del XI secolo. A est della chiesa si trovano le fondamenta scavate dell’insediamento romano di Serdica. La chiesa è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 18 con ingresso libero.

Moschea Banya Bashi

Il nome della struttura significa letteralmente molti bagni. Costruita dall’architetto Sinān tra il 1566/1567. Un tempo ricca di moschee, la maggior parte furono distrutte durante il periodo comunista. Banya Bashi è l’unica ancora accessibile. È costituita da una cupola di 15 metri di diametro. Di fianco si trovano le rovine di un hammam. L’interno è composto da un midrab. La moschea non è visitabile ai turisti .

La Sinagoga

Simbolo per la comunità ebraica della Bulgaria per quasi un secolo. E’ la seconda sinagoga sefardita (spagnolo-ebraica) più grande d’Europa. Essa fa parte della cosiddetta “Piazza della Tolleranza religiosa”, luogo che concentra in un piccolo spazio i templi delle principali religioni. A 60 metri dalla sinagoga infatti si trovano rispettivamente: la moschea Banya Bashi, la cattedrale di San Giuseppe e la chiesa ortodossa di Santa Nedelya.

Tsentrali Hali

Storico mercato urbano con diversi prodotti agricoli e alimentari. Oltre a chioschi gastronomici e negozi di articoli da regalo. Al momento è chiuso per restauro.

Chiesa di San Nicola

Costruita nel 1878 è caratterizzata dalle sue grandi 5 cupole dorate. La Chiesa è aperta tutti i giorni 7:30-18:00, l’ingresso è gratuito. Attorno ad essa è presente un ampio spazio verde. A fianco si trovano il Museo Nazionale di Storia Naturale e il palazzo reale sede della galleria nazionale d’arte.

Vitosha Boulevard

Vitosha Boulevard è la principale via dello shopping di Sofia. Zona semi-pedonale in cui si alternano negozi e ristoranti. La strada taglia il centro di Sofia ed è costeggiata da alcuni degli edifici più belli della città. Tra essi la Corte di Giustizia di Sofia e la Chiesa Ortodossa Sveta Nedelya.

Chiesa Sveta Sofia

La chiesa di Santa Sofia è la più antica chiesa ortodossa della capitale bulgara. Gioca un ruolo importante nei rituali quotidiani degli abitanti della città. Costruita nel IV secolo sui resti della necropoli della città di Serdica. E’ composta esclusivamente da mattoni rossi e non ha un campanile. La chiesa ha dato il nome alla capitale nel XIV secolo. L’ingresso è gratuito ma la cripta con i resti della necropoli è visitabile previo acquisto di un biglietto di 6 lev.
Gli orari estivi sono dalle 7 alle 18, quelli invernali dalle 7 alle 19.

Museo Regionale di Sofia

Si tratta di un museo ricavato dal palazzo delle ex terme municipali. Sono presenti diversi reperti archeologici e racconta la storia di Sofia dagli albori ai cimeli della storia recente del Novecento.

Area archeologica di Serdica

L’Antico Complesso Archeologico di Serdica è un progetto moderno che è stato completato nel 2016. Qui le antiche rovine romane formano una parte della stazione della metropolitana. In alcune sezioni è coperto da cupole di vetro. Il complesso è estremamente ampio e comprende un’ex strada principale utilizzata dagli antichi romani, nonché le rovine di negozi, un lapidarium e vari monumenti. Alcune zone delle rovine sono ospitate all’interno di un museo visitabile con tour e audioguide.

Come muoversi a Sofia

La città di Sofia è molto compatta. In giornata per esperienza personale è comodamente visibile per intero. La metro è il mezzo più comodo per muoversi, qui è possibile vedere la mappa completa, arrivati all’aeroporto si giunge direttamente in centro città! Comoda la possibilità di pagare tutto contactless e non c’è nemmeno bisogno di scambiare la valuta. I bus sono un mezzo alternativo per spostarsi in città.