Vai al contenuto

Cosa vedere a Santorini in 1 weekend

Santorini

La bellezza dell’isola di Santorini non ha bisogno di presentazioni, basta solo il nome. Territorio dalla storia millenaria è una delle più importanti delle isole Cicladi. Meta famosa per coppie innamorate e viaggi di nozze (Me compreso). La bellezza dei tramonti e di paesaggi vulcanici. Completano le magie dell’isola le spiagge e le cittadine arroccate sulle pendici della vecchia caldera.

Il piccolo aeroporto è ben collegato con l’Italia e il resto d’Europa. Le compagnie low-cost hanno consentito negli ultimi anni un maggior afflusso di turisti. D’estate è letteralmente presa d’assalto per la bellezza delle sue spiagge. Consiglio per godere al meglio della bellezza dell’isola di sfruttare i periodi di bassa stagione quando è meno affollata.

Tratterò in questo articolo con una serie di immagini e la possibilità di intraprendere un percorso ciclo-pedonale che attraversa le principali cittadine.

Da Fira a Oia attraversando Firostefani e Imerovigli

Per chi ama fare trekking è possibile fare un percorso di circa 10 km. Lungo una piacevole stradina si trovano tantissimi punti panoramici attraversando i principali paesi dell’Isola. Ogni angolo permette di scattare foto dai colori sgargianti accompagnati.

Thira o Fira

Il capoluogo di Santorini. Un tripudio di colori si ammira in ogni angolo dei piccoli viottoli, con le case tipiche a completare il paesaggio.

Il corso principale è una meta per lo shopping, vita notturna e musei. Il capoluogo può essere considerato come punto di partenza per spostarsi nel reto dell’isola.

Firostefani

Proseguendo in direzione Oia, è la prima cittadina dopo Fira. Chiamato “Il tetto dell’isola” si può considerare una vera e propria terrazza panoramica.

Il piccolo comune è ricco di viuzze tutte da scoprire con alcuni locali che propongono l’ottima cucina greca.

Imerovigli

Dopo aver percorso circa mezz’ora di strada a piedi da Thira è possibile scoprire un altro villaggio tipico. Trovano sede le rovine della fortezza di Skaros, che fu capoluogo fino al XVIII secolo.

Imerovigli è famosa per essere una zona altamente recettiva, ricchissima di hotel di lusso e alloggi privati con piscine annesse.

Oia

La meta turista più gettonata in assoluto. Famosa la Blue Domed Church e i pittoreschi mulini a vento.

Presa d’assalto durante l’ora del tramonto. Consiglio di prenotare in largo anticipo se si vuole gustare un bel cocktail davanti allo spettacolo offerto dalla natura.

Come muoversi

Santorini è abbastanza piccola da poterla visitare tutta in un weekend. L’aeroporto si trova nella zona orientale dell’isola ed è ben collegato con taxi e servizio bus che fanno capolinea al capoluogo Fira. Le altre città (già trattate) più importanti sono Oia, Firostefani e Imerovigli. L’usanza più diffusa è l’affitto dei quad. I mezzi permettono di godersi al meglio i paesaggi e raggiungere zone non accessibili con i mezzi pubblici.

IMPORTANTE! Fare sempre molta attenzione alla guida dei quad. Spesso i turisti sfrecciano a tutta velocità e il rischio di incedenti è elevato.

Fira, il capoluogo dell’isola è il punto di partenza verso tutte le restanti destinazioni dell’isola. Gli orari dei bus è possibili consultarli in questo link.
Giunti a destinazione è preferibile controllarli nella stazione principale in quanto spesso sono appesi con fogli aggiornati ogni tre giorni!