Vai al contenuto

Cosa vedere a San Marino

San Marino è la più antica repubblica del mondo. Merita sicuramente una sosta per l’atmosfera che evoca tra le suggestive colline Romagnole e Marchigiane. Tappa irrinunciabile per chi “colleziona” bandiere la visita risulterà migliore delle aspettative. Lo stato fa parte della piccola cerchia dei microstati europei, con una estensione di soli 61,2 km².

La Repubblica di San Marino viene spesso utilizzata come meta per una fuga di relax per immergersi nei paesaggi, nella storia e nel buon cibo. La tradizione fa risalire la sua fondazione al 301 d.C. Secondo il mito un tagliapietre di nome Marino. Il santo fuggito dalle persecuzioni cristiane da parte dell’imperatore Diocleziano stabilì una comunità sul monte Titano. In seguito il monte prese il nome di “Terra di San Marino”. Al giorno d’oggi lo Stato è diviso in 9 castelli: San Marino(capitale), Acquaviva, Borgo Maggiore, Chiesanuova, Domagnano, Faetano, Fiorentino, Montegiardino, Serravalle.

Sono stato a San Marino nel 2019 durante un congresso nel riminese. Fu una bella esperienza, una breve gita in giornata per ammirare questa perla sul Monte Titano. Da Rimini è facilissimo arrivare con i mezzi pubblici. Una serie di bus fermano nei diversi castelli con capolinea il capoluogo di San Marino.

Piazza della Libertà e il Palazzo Pubblico

Cartolina tipica di San Marino è la rappresentazione della piazza del centro storico in compagnia del Palazzo pubblico. Nonostante le esigue dimensioni si può ammirare una panorama incredibile. Conosciuto come Palazzo del Governo, ospita l’attuale municipio. Durante il periodo estivo è possibile assistere al cambio della guardia che si svolge ogni 30 minuti.

Basilica di San Marino

Luogo di culto principale dei Sammarinesi, la Basilica fu costruita agli inizi del’800 dal bolognese Antonio Serra e aperta al pubblico nel1838. In stile neoclassico, sul frontone all’ingresso è riportata la dicitura “Divo. Marino. Patrono et Lebertatis Auctori sen. p.q“. La chiesa, purtroppo, è sempre chiusa tranne durante la messa domenicale delle 11.00. Il suo interno è costituito da 3 navate e conserva le reliquie del santo patrono.

Le tre Torri e il passo delle streghe

Giunti in cima al castello del centro storico si imbocca un meraviglioso sentiero che unisce le tre torri panoramiche, chiamate rispettivamente Torre Rocca o Guaita, Torre Cesta o Fratta e Torre Montale. Costruite in epoche differenti per difendersi dagli attacchi dei Riminesi. La prima Torre, Guaita è la più antica torre d’Italia, risalente al XI secolo. La seconda torre risale al 1400, mentre la torre Montale, quella più piccola è l’unica non accessibile internamente.

Museo di Stato

Il più importante museo di San Marino si trova in Piazza Titano. Contiene circa 5000 opere storiche e artistiche legate alla storia della Repubblica ed è diviso in 4 sezioni. Particolarmente interessanti sono il settore archeologico con reperti risalenti al Neolitico e quella inerente alla pinacoteca.

Museo della tortura

A circa 200 metri da piazza della libertà si trova un museo che fa riflettere, Il museo della tortura. Percorrendo le 4 sale che lo compongono, si capisce il motivo perché il Medioevo veniva considerata un epoca “buia”. All’interno sono esposti più di 100 strumenti per infliggere dolore e morte agli sventurati malcapitati.

Museo delle cere e dalla curiosità

Se avete tempo a disposizione da dedicare a questo museo troverete una collezione di fatti, personaggi e oggetti del tutto insolite. Potrete scoprire infatti alcuni dei Guinness dei Primati, come la storia della donna più bassa (circa 59 centimetri) o delle unghie più lunghe al mondo.

La Funivia e il treno storico

Un metodo alternativo per raggiungere San Marino è la funivia che parte da Borgo Maggiore. Il dislivello di 166 m viene percorso in un paio di minuti. Il servizio è attivo dalle 7.45, la chiusura varia in base alla stagione, le partenze sono ogni 15 minuti per un costo a/r di 4.5 euro.

Cosa Mangiare

Nonostante sia uno Stato autonomo esso gode dell’influenza italiana in termini gastronomici, in particolari romagnoli e marchigiani. Tra i piatti più serviti abbiamo gli strozzapreti, cappelletti e tagliatelle, polenta, salumi e formaggi. Tra i dolci tipici troviamo la Torta 3 Monti e la Torta Titano.