Vai al contenuto

Cosa vedere a Parigi in 1 settimana

Parigi è da sempre considerata la città degli innamorati. Classica tappa per giovani coppe o viaggi di nozze è una delle città più belle d’Europa! Città multietnica, ricca di storia e buon cibo che analizzerò nel corso dell’articolo. Non è facile riuscire a sintetizzare in un breve articolo tutto quello che la città offre.

Per visitare Parigi consiglio di dedicare almeno una settimana. La città è molto grande. Nel caso di un viaggio in famiglia tappa obbligatoria è Disneyland. La Torre Eiffel, il Louvre e gli Champs Elysees sono solo alcuni dei tanti monumenti da visitare. Diverse compagnie low cost collegano la capitale francese al resto d’Europa. Questo permette di visitare la città anche avendo budget ridotti. I servizi pubblici funzionano egregiamente e ci sono linee metro che collegano capillarmente la metropoli.

Torre Eiffel

Simbolo di Parigi e dell’intera Francia. Realizzata con circa 18.000 pezzi di metallo e inaugurata nel 1889 per la X Esposizione Universale. Aspramente criticata, doveva essere smantellata dopo 2 anni ma eccola ancora sotto gli occhi di tutti. Composta da tre livelli è possibile salire fino in cima. Consiglio di prenotare con largo anticipo in quanto le code sono molto lunghe. Da lassù la vista è superlativa. La torre Eiffel poggia sulla spianata di Champs de Mars, un immenso parco verde.Leggere un libro, fare un pic-nic sono solo alcune delle attività quotidianamente svolte ai piedi della torre. Di fronte è presente il Palais de Chaillot. Al suo interno sono racchiusi diversi musei.

Cattedrale di Notre-Dame

Si tratta di una monumentale chiesa costruita tra il 1163 e il 1344. In pieno stile gotico, la magnifica Cattedrale nel corso della storia ha subito numerosi incendi. L’ultimo nel 2019 compromise parecchio l’edificio. Per costruirla furono reperiti fondi in tutta la città. Al suo interno custodisce importanti reliquie per il mondo cristiano. Diversi eventi storici accaddero a Notre-Dame. Da ricordare l’incoronazione di Napoleone Bonaparte e il discorso di Charles De Gaulle. La cattedrale è passata alla ribalta grazie al romanzo di Victor Hugo “Notre-Dame de Paris”. Il romanzo ruota attorno ad essa. Dal 1991 fa parte del Patrimonio UNESCO.

Quartiere Latino

La Cattedrale di Notre-Dame si trova in prossimità del “Quartiere Latino”. Il nome deriva perché un tempo erano presenti scuole dove si insegnava il latino. Oggi è una zona molto vivace con locali e caffetterie sempre aperte. Nel quartiere rientra la famosa Università della Sorbona. Tra le più antiche della Francia fu fondata nel 1257. Altro luogo di interesse è il Pantheon. All’interno presenta il famoso pendolo di Foucault, concepito per dimostrare la rotazione della Terra.

Museo del Louvre

Il Palazzo del Re che ospita il museo è di per sé un’opera architettonica di immenso valore. Il Louvre offre una collezione infinita di opere d’arte dall’inestimabile valore. L’attrazione più gettonata ovviamente è la Gioconda, ma il piccolo quadro è solo uno delle tantissime opere. Per visitarlo attentamente non basta un giorno! Consiglio importante: è fondamentale prenotare con largo anticipo. Ogni anno il museo accoglie milioni di visitatori. QUI il link per i biglietti.

Arco di Trionfo

Voluto da Napoleone Bonaparte per celebrare le proprie gesta. L’imperatore non riuscì mai a vedere in quanto inaugurata nel 1836. Realizzato dall’architetto Jean Chalgrin fu ispirato all’Arco di Tito di Roma. L’Arco di Trionfo si trova alla confluenza di ben 12 boulevards, una delle zone più trafficate della capitale. Il grande viale degli Champs Elysées parte da qui. Presso l’Arco è presente un piccolo museo.

Champs Elysées

Si tratta di una delle strade più famose e lussuose d’Europa. Costeggiata da giardini e un gran numero ristoranti e negozi di lusso. Luogo sfruttato per festeggiamenti di eventi nazionali e sportivi, qui normalmente finisce il tour de France. La strada, lunga quasi 2 chilometri, si snoda dall’Arco di Trionfo a Place de la Concorde. Costruita agli inizi del 600’ per volere della regina Maria de’ Medici. Dall’800’ iniziò a diventare un polo di attrazione turistico e commerciale.

Museo d’Orsay

Costruito nella vecchia stazione d’Orsay in occasione dell’esposizione Universale di Parigi del 1900. Racchiude al suo interno collezioni d’arte come i papaveri di Monet o l’autoritratto di Van Gogh! L’edificio in se è già un’opera d’arte per l’architettura moderna. Il museo si trova al centro di Parigi lungo il corso della Senna.

La Senna

E’ uno dei principali fiume francesi con un corso di quasi 780 km. La Senna attraversa Parigi e sfocia sul canale della Manica. Lungo il fiume è possibile farsi passeggiate romantiche o un giro su un battello.

Montmartre

Il quartiere più controverso di Parigi. Nell’800 era un punto di incontro per artisti in cerca di fortuna. Il quartier ha visto passare gente come Picasso e Van Gogh! Rovescio della medaglia è anche simbolo dell’anima ribelle e irriverente di Parigi. Famoso quartiere a luci rosse dove fu fondato il Moulin Rouge. Si trova nel quartiere la famosa Basilica del Sacro Cuore. Edificata nel XIX secolo, domina con le cupole e le scalinate la collina di Montmartre. Da segnalare che oggi purtroppo è diventata una zona “spenna turisti”. Nonostante le bellezze è piena di gente che vende la qualsiasi cosa. Soprattutto bisogna stare attenti ai borseggiatori e la sera è meglio evitarlo.

Moulin Rouge

Il celebre locale sorge ai piedi di Montmartre nella parte denominata Pigalle. Questa zona è famosa per antonomasia di locali a luci rosse. Il teatro è noto per l’esibizione di ballerine con balli spinti e cantanti tutte le sere.

Jardin du Luxembourg

Si tratta di una delle tantissime aree verdi di Parigi. Al suo interno presenta diversi monumenti. Da citare la fontana dei Medici, la Statua della libertà, e il busto di Baudelaire. Area che vale assolutamente la pena da visitare.

Jardin des Tuileries

Altro giardino da non perdere è il Jardin des Tuileries. Il più antico di Parigi in tipico stile francese. Il giardino fu voluto nel XVI da un “capriccio” di Caterina de’ Medici. Dopo aver costruito il palazzo omonimo infatti desiderava avere un luogo per l’intrattenimento di cerimonie e banchetti. Il giardino è pieno di statue, fiori e al suo interno è possibile gustare lo street food parigino.

Opéra Garnier

Creato dall’architetto Garnier rappresenta il teatro dell’opera di Parigi. E’ possibile visitare la sala del teatro quando non ci sono spettacoli. Il teatro presenta uno stile sfarzoso sia esternamente che internamente che ne vale assolutamente la visita. L’architetto progettò con uno stile simile anche quello di Montecarlo.

Reggia di Versailles

La sfarzosità di Parigi può essere racchiusa nella Reggia di Versailles. Tappa da non perdere durante la visita a Parigi, voluta dal capriccioso Re Sole Luigi XIV, utilizzata come riserva di caccia. Le stanze del palazzo sono chiamate con il nome dei pianeti ed è composta anche da palazzi secondari. La struttura è immensa. Basti pensare che all’interno tra le stanze, la famosa galleria degli specchi è lunga 73m.

Disneyland

Attrazione adatta a tutte le fasce d’età. Molti organizzano la tappa parigina solo per visitare Disneyland Paris! Si tratta del più grande parco a tema d’Europa. Localizzato a 40 minuti dalla capitale francese, tutte le attrazioni sono dedicate al mondo incantato delle Disney. Le attrazioni sono divise per fasce d’età e temi, in modo che tutta la famiglia possa incontrare il suo divertimento. Il complesso offre 7 alberghi a tema.

Altri luoghi da visitare

Come detto Parigi è immensa e sarebbe impossibile dedicare solo una pagina a questa magnifica città. Oltre ai principali luoghi da visitare propongo un elenco con altri luoghi che meritano una visita.

  • Il Mercato delle pulci di St-Ouen
  • Le Catacombe di Parigi
  • Il Museo dell’Orangerie a Parigi
  • Il Centre Pompidou di Parigi
  • Les Invalides (Musée de l’Armée e Tomba di Napoleone)
  • Il quartiere Marais
  • Il Museo Picasso di Parigi
  • La Sainte-Chapelle

Come muoversi a Parigi

La capitale francese è davvero molto grande. Con i mezzi pubblici fortunatamente è possibile raggiungere ogni parte della città. La metro è il mezzo più comodo e rapido, cliccando qui sul link è possibile visionare la mappa completa. Altri mezzi alternativi sono i tram, i bus o i RER (treni che collegano tutti gli aeroporti di Parigi). I treni RER collegano inoltre Parigi con i circostanti piccoli comuni e i tre aeroporti. Vantaggioso è l’utilizzo di carte turistiche per gli abbonamenti. Esse garantiscono vantaggi e sconti su diverse attrazioni.