Vai al contenuto

Cosa vedere a Palermo in 1 o più giorni

Palermo è il capoluogo Siciliano. Città ricca di storia le cui origini si attribuiscono ai fenici tra il VII e il VI secolo a.C. Come nel resto della Sicilia anche qui transitarono numerosi popoli. Il segno più importante fu lasciato dalle civiltà arabo e normanne. Grazie a loro ci ritroviamo i monumenti come la Cattedrale e i paesi di Cefalù e Monreale ricadenti nel territorio palermitano, dichiarati Patrimonio UNESCO nel 2015. La città può vantare tradizioni sportive ed è spesso sede di eventi nazionali. La squadra omonima della città in passato ha portato in alto il nome della Sicilia nelle competizioni europee.

Tappa di transito delle crociere del Mediterraneo occidentale offre come detto numerosi luoghi di interesse. In termini eno-gastronomici Palermo può vantare tra i suoi piatti un gran numero di pietanze. Lo street food per eccellenza è l’arancina. Se vi recate qui è importante chiamarlo al femminile. Famosa la disputa secolare tra la città catanese e il capoluogo siciliano in merito al nome. Infatti viene chiamato “arancina” a Palermo mentre “arancino” a Catania. Nonostante questa “lotta” posso assicurare che sono buonissimi ovunque!

Per chi vive in Sicilia spesso Palermo viene visitata in giornata. Una gita di un giorno permette di toccare la maggior parte delle meraviglie presenti in città. Per chi viene da fuori o ha più tempo a disposizione, nella pagina sono proposte alcune interessantissime cittadine da visitare. Oltre al mare e al cibo la ricchezza del patrimonio storico-culturale merita almeno una settimana per visitare bene il territorio.

Palermo (cliccando qui un approfondimento dettagliato)

Ricchissima di storia, la dominazione arabo-normanna ne fa da padrona. Oltre le chiese e le catacombe dei cappuccini il pezzo forte della città è il Teatro Politeama.

Lungo il corso principale sono presenti una innumerevole quantità di negozi oltre la possibilità di farsi una infinita passeggiata. Tradizione molto sentita sono le feste di Santa Rosalia, patrona della città, e Santa Lucia.

Mondello

La spiaggia di Palermo è famosa in tutta Italia. D’estate il litorale è invaso da turisti e gente del posto per godersi una vista unica del golfo.

L’area è ben attrezzata con ciclabili e percorsi pedonali accompagnate da bar e locali di ogni genere.

Cefalù (scopri la sezione dedicata qui)

Città a metà strada tra Messina e Palermo. Monumentale il suo Duomo dichiarato Patrimonio Unesco.

La cittadina consente di fare un salto nel passato tra le sue viuzze ricche di storia. D’estate regala ai turisti un ottimo mare.

Monreale (in questo link un approfondimento)

Piccolo comune poco distante dal capoluogo siciliano. Il duomo, dichiarato Patrimonio UNESCO domina la scena del paesino. Ogni anno richiama un gran numero di turisti.

Attorno ad esso sono presenti i principali luoghi d’interesse cittadino. L’atmosfera tranquilla e d’altri tempi che merita una visita.

Altri luoghi da visitare:

  • Aspra
  • Bagheria
  • Borgo Parrini