Vai al contenuto

Cosa vedere a Montecarlo in 1 weekend

Il principato di Monaco è indubbiamente associato al binomio Montecarlo – Gran Premio di Formula 1 e all’associazione glamour-lusso. Ebbene si! Transitando in questo tratto della Costa Azzurra, Montecarlo è una tappa obbligata. Gli appassionati di formula uno salteranno agli occhi vecchi ricordi di scorci visti durante i gran premi. Nonostante l’esigue dimensioni dello stato presenta un’offerta ricca di meraviglie da vedere.

Montecarlo data la sua posizione strategica e di passaggio è ben collegata. Diversi treni e bus giornalmente giungono alla stazione centrale. Inoltre avendo località vicine di attracco di navi da crociera spesso vengono organizzati tour verso Montecarlo. Nel mio breve articolo consiglio i principali luoghi da visitare. Nonostante l’obiettivo di tipsabout e dare spunti per viaggi low-cost anche qui si può organizzare una gita glamour spendendo prezzi ragionevoli!

Casinò

Simbolo indiscusso di Monte Carlo, si trova nell’omonima piazza circondata dalle gallerie dello shopping di lusso. Una maestosa fontana completa la cornice del quartiere insieme al Carrè d’Or e la Galerie des Allées Lumières. Il casinò fu progettato dallo stesso architetto dell’Opera di Parigi, all’interno è presente un teatro.

Grand Théâtre

Fa parte del complesso del Casinò, fu inaugurato nel 1879. Gli interni richiamano i fasti della Belle Epoque mentre le travi di sostegno furono progettate da Gustave Eiffel, l’ingegnere della Torre Parigina. In passato ha ospitato diverse prima assolute come il Don Quichotte di Massenet nel 1910. Oggi il teatro è sede di Les Ballets de Monte-Carlo e della Monte-Carlo Philharmonic Orchestra.

Giardino Esotico

Inaugurato nel 1933, racchiude una varietà di piante provenienti da ogni parte del mondo che fioriscono tutto l’anno. Tra le specie che spiccano le agavi e cactus provenienti dall’Africa, Sud America, Messico, Stati Uniti e Penisola Araba. La bellezza della visita del luogo è arricchita dalla presenza di una grotta in pietra calcarea che raggiunge i 100 m di altezza, costituita da stalattiti e stalagmiti. All’interno della grotta furono ritrovati resti di ossa animali che testimoniano la presenza di passaggi umani dai tempi della preistoria.

Giardino Giapponese

Si tratta di un altro fantastico giardino comunale in pieno stile giapponese e fu creato nel 1994 per volere del Principe Ranieri III. E’ composto da ponti e ninfee in pieno stile zen. Il giardino si trova nei pressi del porto, nelle vicinanze del circuito cittadino.

La città vecchia di Montecarlo

Dopo aver visitato la zona moderna di Montecarlo, spostarsi verso “Monaco-Ville”, si ritrova un ambiente simile ai piccoli centri del sud della Francia. La zona è completamente pedonale, ricca di negozi e pasticcerie. Famoso è il quartiere dei “Moneghetti”, pieno di ville storiche e la zona della “Condamine”, dove la mattina si svolge il mercato. Nella città vecchia si trovano i principali monumenti e musei dello stato.

La chiesa di Santa Devota

Situata nel quartiere monegasco “La Condamine”, fu inaugurata nel 1871. La chiesa è sede dell’omonima parrocchia dell’arcidiocesi di Monaco. Ogni anno il 26 Gennaio una barca viene collocata davanti alla chiesa e bruciata in ricordo di un fallito tentativo di furto delle reliquie della santa.

Cattedrale dell’Immacolata Concezione

Costruita sui resti di una antica chiesa risalente al 1252 è dedicata a San Nicola. Fu consacrata nel 1911 e chiamata anche Cathédrale de Monaco. Al suo interno sono presenti la Pala di San Nicola del 1500, il Trittico di Santa Devota (patrona di Monaco) e le tombe del Principe Ranieri III di Monaco e di Grace Kelly

Museo Oceanografico

Inaugurato nel 1910 per volere del Principe Alberto I, il museo con oltre 6.500 mq di spazi offre oltre 6.000 specie marine. Curiosità, dal 1989 all’interno dell’acquario si è sviluppata una barriera corallina viva che continua a crescere tutt’oggi. L’attrazione sia per adulti che per bambini è visitabile con i seguenti orari: da ottobre a marzo 10:00-18:00, da aprile a giugno e settembre 10:00-19:00, luglio e agosto 9:30-20:00

Palazzo dei Principi

Altra tappa imperdibile è il Palazzo dei Principi di Monaco, residenza privata della famiglia Grimaldi dal 1297. L’ingresso è dominato da una scalinata del 1600 costruita con marmo di Carrara, il percorso poi comprende una serie di stanze che ripercorrono le vicende del Principato di Monaco. Oltre la visita degli appartamenti di stato è possibile prenotare, dal sito ufficiale del palazzo, le visite della collezione di vetture d’epoca di Ranieri III e le visita del giardino zoologico di Monaco. Ogni giorno alle 11.55 nel cortile si tiene la cerimonia del cambio della guardia.

Il circuito cittadino


Il giro del circuito

Ho avuto la possibilità di visitare Montecarlo nell’autunno del 2018 durante un giro in Costa Azzurra. Poter guidare, durante una giornata lavorativa normale, nelle strade dove sfrecciano le vetture da f1 è una esperienza davvero emozionante. In questo articolo vi propongo la mia esperienza, con alcune foto nei punti più caratteristici.