Vai al contenuto

Cosa vedere a Malta in 1 weekend

Nonostante sia uno dei più piccoli stati al mondo, Malta è una delle mete più appetibili durante il periodo estivo. Le spiagge e il mare cristallino sono il pezzo forte delle tre isole che compongono l’arcipelago maltese: Malta, Gozo e Comino. Il territorio è costituito da innumerevoli luoghi e monumenti di particolare importanza storico-culturale.

Malta può vantare il riconoscimento di ben tre siti Patrimoni Unesco! L’isola principale richiama un gran numero di giovani per la movida nelle cittadine di St. Julian’s e Sliema.

La Valletta

La Valletta è la capitale di Malta, si trova nell’omonima isola principale e fu fondata nel 1566 dai Cavalieri Ospedalieri. Il centro storico è molto raccolto ed è ricchissimo di monumenti tanto da essere stato dichiarato Patrimonio Unesco! Tra le vie principali troviamo la Republic Street e la Strait Street. La chiesa principale è la Cattedrale di San Giovanni e Malta presenta una serie di bastioni a picco sul mare. Concludendo gli Upper Barrakka Gardens sono dei meravigliosi giardini dove è possibile di fronte le cittadine di Vittoriosa, Cospicua e Senglea. Una curiosità da vedere tutti i giorni alle 10 del mattino davanti all’ufficio del Presidente della Repubblica di Malta è il cambio della guardia.

Altri monumenti da visitare a La Valletta sono il Forte di Sant’Elmo, un punto difensivo con vista panoramica, al suo interno ospita il Museo Nazionale della Guerra, e il Lascaris War Room, un complesso di tunnel e stanze sotterranee utilizzate durante la Seconda Guerra Mondiale.

Vittoriosa, Cospicua e Senglea

Dai giardini Barrakka, frontalmente, si affacciano le tre piccole cittadine ricche di storia. Esse sono facilmente raggiungibili grazie ai traghetti che collegano le due sponde del porto. Le tre cittadine sono luoghi dove è possibile alloggiare se si vuole evitare la movida giovanile, essendo la zona più antica di Malta.
Vittoriosa (o Birgu), fu costruita nel Medioevo, mentre Senglea e Cospicua furono fondate tra il XVI e il XVII secolo dai Cavalieri Ospitalieri.

Sliema e StJulian’s

Le due città in contrapposizione alle tre antiche della penisola di fronte a La Valletta, son il fulcro della movida Maltese. Si trovano nella penisola opposta alla capitale. I due promontori sono ricchissimi di locali, pub e discoteche, punto di ritrovo per migliaia di giovani turisti durante il periodo estivo.

Ipogeo di Hal Saflieni a Paola

A pochi chilometri da La Valletta si trova la cittadina di Paola, qui è presente il secondo sito UNESCO, l’Ipogeo di Hal Saflieni. Si tratta dell’unico tempio preistorico sotterraneo al mondo, scavato tra il 3600 a.C. circa e il 2500 a.C. Composto da tre livelli, al suo interno furono ritrovati più di 7000 scheletri. Nel secondo livello si trovano diverse decorazioni e ospita la stanza Principale (qui fu trovata la statuetta della Donna Dormiente) e la stanza dell’Oracolo.

Tempio di Menaidra a Qrendi

Il terzo patrimonio Unesco si trova nelle vicinanze della città di Qrendi. Costruito nel IV millennio a.C. rappresenta uno dei tempi megalitici scoperti tra Malta e Gozo. Affacciato sul mare ricorda la forma di un ferro di cavallo.

Grotta Blu

Nella zona meridionale di Malta il mare è uno dei migliori e in questa zona si trova la famosa Grotta Blu. Il nome deriva dalle cristalline acque azzurre in prossimità di una grotta raggiungibile solo via mare. Il fondale è ideale per gli appassionati di sport subacquei e ricco di fauna marina.

La M’dina

Al centro dell’isola si trova l’antica capitale di Malta, M’dina. Il centro risale a circa 4.000 anni fa, il suo fascino è derivato da una mescolanza di stili barocchi e medievali, essa è stata la residenza delle famiglie nobili maltesi. Punto d’interesse principale di M’dina è il Palazzo Falson. All’interno dell’antico palazzo è ospitato uno dei musei più importanti di Malta con innumerevoli opere d’arte, tra cui i quadri di Van Dyck.

Popeye Village a Mellieha

Luogo caratteristico e tappa obbligata se si viaggia con i bambini a seguito è il Popey Village. Si trova nella località di Mellieha, poco distante da dove partono i traghetti per Comino e Gozo. Al suo interno è possibile partecipare a tantissime attività. Tutt’oggi sono ancora presenti le 19 casette colorate usate come set del film musical “Popeye” del 1980.

Comino

Dell’arcipelago maltese, Comino è l’isola più piccola, si trova a metà strada tra Malta e Gozo. La spiaggia più famosa è la Laguna blu, caratterizzata da un mare turchese e acque limpidissime. Consigliata la possibilità di fare delle mini crociere tra questa zona delle isole, caratterizzate da grotte e faraglioni.

Gozo

La seconda isola dell’arcipelago per dimensioni è ricchissima di storia e bellezze naturali. Collegata facilmente con i traghetti, Gozo ha una storia millenaria. Il Tempio di Gigantija è la sua massima espressione neolitica. I templi, dichiarati Patrimonio UNESCO, sono facilmente raggiungibili in bus dal porto di Gozo. La datazione colloca la loro costruzione tra il 3.600 e il 3.200 a.C. Data la loro dimensione si riteneva fossero costruiti da Giganti, da qui il nome. Altro luogo da visitare è la grotta di Calypso che si trova nella costa settentrionale che si affaccia su Ramla bay. Secondo una leggenda la grotta ha ospitato Ulisse durante le sue peripezie nel Mediterraneo.

Cosa mangiare a Malta

Vista la posizione strategica, Malta a livello gastronomico è un mix di influenze e sapori di tutte le popolazioni che hanno transitato dalle isole. Tra le specialità locali la più conosciuta sono i “pastizzi”, piccole sfoglie salate ripiene con ricotta o piselli e sono il principale street food maltese.

Altri piatti tipici sono:

  • Qassatat, un fagottino di pasta frolla realizzato con molto burro e ripieno di ricotta o piselli, simile ai pastizzi.
  • Ġbejna, un formaggio di capra tipico maltese.
  • Ftira, a Malta è un pane a forma di ciambella condito con sarde, tonno, pomodoro e cipolla; a Gozo è una sfoglia con cipolla e patate.
  • Ravjul, molto simili ai ravioli italiani spesso conditi con salsa molto densa.
  • Fenkata (o Stuffat tal-fenek), coniglio alla maltese.
  • Lampuki, pesce infarinato condito con una salsa a base di pomodoro, capperi e cipolle.
  • Soppa Ta’ L-Armla, chiamata anche zuppa della vedova, a base di verdure e aggiunta di formaggio fresco maltese, uova e parmigiano.
  • Hobz Biz-Zejt, una classica bruschetta condita con pomodoro, cipolla ed erbe aromatiche.
  • Aljotta, piatto a base di zuppa di pesce.

Come spostarsi a Malta

L’arcipelago maltese gode di un efficiente sistema pubblico di bus. Date le esigue dimensioni del territorio non esistono treni, Dall’aeroporto è possibile spostarsi oltre ai mezzi pubblici anche con i taxi. Per chi giunge dalla Sicilia in auto o decide di affittarne una li considerate che essendo una ex colonia britannica la guida è a DESTRA!