Vai al contenuto

Cosa vedere a Lione in 1 o più giorni

Fuori dalle rotte turistiche più affollate, Lione è una città dalle mille sorprese. Bella da vedere, per chi vive al Nord può sfruttarla come tappa in un weekend. E’ divisa in tre aree: la Presqu’Ile, la penisola formatasi  dove si incontrano i fiumi Rodano e Saona; la Corix-Rousse, la collina storica per le seterie; Fourvière, la collina che prende il nome dall’omonima basilica.

Oltre alle diverse attrazioni e luoghi da visitare, Lione merita una citazione la cucina. Conosciuta come una delle migliori cucine francesi e mondiali. Tra street food e ristoranti la città ha un’ottima tradizione gastronomica.

Città Vecchia e Traboules

La città Vecchia è il cuore di Lione è collocata sulla Penisola (Presqu’ile). E’ uno dei quartieri rinascimentali più grandi d’Europa. L’innumerevole presenza di vicoli e passaggi segreti (Traboules) hanno fatto entrare di diritto tra i Patrimoni UNESCO. Nella città vecchia sono concentrate le principali attrazioni di Lione: Place des Terreaux, la Cattedrale di Saint Jean, Museo di Belle Arti e i Traboules. Questi ultimi, come detto sono dei passaggi coperti. Un tempo venivano utilizzati dai cittadini per trasportare le merci senza che si bagnassero in casi di pioggia. Oggi purtroppo la maggior parte sono chiusi perché appartenenti ad abitazioni. Pochi sono rimasti accessibili e si trovano in rue St Jean 27 e 54.

Place des Terreaux

La piazza è il cuore vero di Lione. Su di essa si affacciano il Museo delle Belle Arti e il Municipio ( ospitato all’interno del meraviglioso palazzo Hôtel de Ville). Al centro della piazza è posizionata la Fontana Bartholdi, costruita dallo stesso artista della Statua della Libertà. Curiosa la storia legata ad essa. Inizialmente destinata a Bordeaux che per mancanza di fondi dovette rifiutarla e ne approfittò Lione.

L’Hotel de Ville di Lione

Al suo interno ospita il Municipio. Costruito tra il 1646 e il 1672 andò distrutto dopo soli due anni a causa di un incendio. Ricostruito poco dopo in stile classico. Oggi non è fruibile solo durante alcune giornate dedicate. Alle spalle del Municipio è presente l’Opéra Nouvel di Lione. Inaugurato nel 1831 è sede dell’Opera National de Lyon.

Museo di Belle Arti

Collocato anch’esso in Place des Terraux, è famoso per contenere la seconda collezione di monete più grande delle Francia. Ospita circa 50.000 pezzi di monete di ogni tipo. Il museo si trova all’interno di un’antica Abbazia.

Rue du Boeuf

Via degli artisti locali in cui è possibile fare acquisti “alternativi”. Rue du Boeuf è una zona pedonale sotto la collina di Fourvière. La strada è ricca di locali e caffetterie.

Basilica di Notre-Dame de Fourvière

Una delle attrazioni principali si sviluppa sull’omonima collina, la Basilica di Notre-Dame. Costruita a partire dal 1870 fu consacrata nel 1896. La sua forma è caratterizzata da quattro torri ottagonali dalla forma tozza. Composta da una mescolanza di stili che passano dal gotico al classico. Per raggiungere l’edificio vi sono due possibilità. Chi ha voglia può salire la collina con una pendenza impegnativa. In alternativa si può raggiungere per mezzo della funivia dalla Cattedrale di Saint-Jean. La salita dura 6 minuti, fruibile dalle 7:00 alle 19:00.

Museo e Teatro Gallo Romano

Il primo nucleo dell’antica Lione nacque su questa collina. Lugdunum, così come venne denominata la colonia romana in Gallia, dedicata al Dio Lug, protettore dei Galli. La posizione strategica permise di diventare capitale della Gallia Lugdunense. Di quel periodo d’oro restano due testimonianze: il Teatro Antico e l’Odeon. Il teatro è il più antico della Francia, poteva ospitare fino a 10.000 persone. In zona è presente un museo che ospita reperti e testimonianze di quel periodo. Tra tutti, una tavola in bronzo con un discorso dell’imperatore Claudio.

Cattedrale di Saint Jean

La Cattedrale di Saint Jean si trova ai piedi della collina di Fourvière. Dedicata ai Santi Stefano e Giovanni Battista. Costruita tra il il XII e il XV secolo richiama influenze romaniche e gotiche. All’interno è possibile apprezzare un orologio astronomico.Quotidianamente tra le 12 e le 16 a ritmi orari si può ammirare un piccolo spettacolo con protagoniste alcune statuine.

Place Bellecour

Place Bellecour è la più grande piazza pedonale d’Europa. Attrae una gran quantità di turisti e si tengono le principali manifestazioni storiche e politiche di Lione.  Al centro di Place Bellecour si trova una statua equestre di Luigi XIV. Ai suoi piedi sono posizionate due statue allegoriche realizzate nel 1720: la Saône e il Rhône. Tra i monumenti trova posto una dedica ad Antoine de Saint-Exupery, scrittore noto per “Il piccolo principe”. Durante il periodo natalizio viene allestita una pista di pattinaggio e una bellissima ruota panoramica.

Mur Des Canuts, Croix Rousse e Maison de Canuts

Uno dei quartieri storici da menzionare è Croix-Rousse, la collina conosciuta per la presenza delle seterie. Merita una visita il museo Maison de Canuts. Le esposizioni riguardano il passato della città e la storia produttiva della seta. Lungo le vie del quartiere Croix-Rousse è possibile ammirare in diversi murales. Tra tutti quello più famoso è il murales Le Mur Des Canuts. Con i suoi 1.000 m² è il più grande murales d’Europa.

Visitare Lione in più giorni

La lista di monumenti elencati fino ad ora bastano per un weekend. Qualora si ha più tempo a disposizione meritano di essere citate anche le seguenti attrazioni:

  • Parco della Tête d’Or
  • Zoo de Lyon
  • Mercato di Les Halles
  • Museo delle Confluenze
  • Institut Lumière

Come muoversi a Lione

La città è ben servita da diversi mezzi pubblici. Oltre i bus, consiglio sempre metro e tram se presenti che sono quelli più rapidi. Cliccando su questo link è possibile consultare la mappa dei mezzi pubblici di Lione. La presenza dei fiumi garantisce ottimi tour come i giri in crociera. Come consiglio nelle mie guide di viaggio sono molto validi i pass. L’opzione delle card permette di usufruire sia dei trasporti che sconti o ingressi gratuiti per i musei. Cliccate nell’immagine seguente per avere accesso all’acquisto dei pass.

Cosa mangiare

La cucina francese è rinomata per essere tra le migliori al mondo. A Lione in particolare ci sono ottimi piatti da provare assolutamente. Ecco un elenco delle migliori specialità:

  • Rosette de Lyon, salume tipico.
  • Foie de veau à la lyonnaise, fegato di vitello alla lionese.
  • Soupe à l’oignon gratinée, zuppa di cipolla gratinate.
  • Tablier de sapeur, trippa lionese marinata con vino bianco.
  • Andouillette, insaccato di maiale dal gusto deciso.
  • Quenelle brochet, polpette di pesce o carne accompagnate da uovo e pangrattato.
  • Coussin de Lyon, dolce simbolo cittadino composto da cioccolato e pasta di mandorle.