Vai al contenuto

Cosa vedere a Genova in 1 weekend

Genova è il capoluogo della Liguria, una lingua di terra incastonata tra il mare e le montagne. Una delle repubbliche marinare da sempre la tradizione marittima si intreccia nelle vicende cittadine. La città è ricca di storia, musei e scorci suggestivi oltre un’ottima tradizione gastronomica.

Il pezzo forte di Genova è il famoso porto, scalo di crociere e soprattutto sede dell’omonimo acquario. Scopriamo cosa offre questa meravigliosa città di mare e meta che non ha nulla da invidiare ad altre città del resto d’Italia.

Centro Storico

Il nucleo della Città Vecchia è famoso per i “caruggi”, stretti vicoli risalenti al medioevo. Le viuzze sono molto pittoresche e sono fiancheggiate da palazzi nobiliari, antiche chiese e numerose piazze. I caruggi insieme al centro storico sono stati dichiarati per la loro bellezza Patrimonio UNESCO. Il centro storico ha origine antichissime, furono trovati antichi insediamenti Etruschi e Romani.

La Lanterna

Insieme all’acquario è uno dei simboli di Genova. La Lanterna domina il porto cittadino dalla sua altezza di 77 metri e sorge sui resti di una collina. Anticamente veniva utilizzata della legna come falò per segnalare la presenza del porto. Nel Trecento venne edificata la torre con una lanterna ad olio, mentre a metà del 500’ fu modificata come si presenta oggi.

L’Acquario

L’acquario più famoso d’Italia e il secondo più grande d’Europa è la principale attrazione turistica di cittadina. E’ stato inaugurato nel 1992 nell’area del porto antico, ospita circa 12.000 esemplari di 600 specie diverse. Il percorso si snoda su diversi padiglioni con oltre 70 vasche oltre a numerose sale divulgative. Da poco è stato realizzato da Renzo piano il “Padiglione dei Cetacei”.

Porto Antico

Un tempo area di scambi commerciali oggi rappresenta uno dei centri culturali più importanti. L’intera area del porto è stata completamente rivalutata da Renzo Piano. Oltre l’acquario sono presenti numerose attrazioni come la Galata e la Biosfera insieme a gallerie, ristoranti e negozi. L’area può essere utilizzata come momento di relax vista la bellezza del paesaggio e architetture che lo circondano. Sia adulti che bambini troveranno modo di godersi l’area attrezzata.

Galata, Museo del Mare

Come anticipato nel punto precedente l’area attrezzata del porto comprende la Galata. Si tratta del più grande museo marittimo del Mediterraneo dedicato alla storia della navigazione. Il museo si sviluppa su tre piani, in ordine cronologico vengono documentate le prime imbarcazioni per giungere alle navi utilizzate “scoprire” l’America al sommergibile Nazario Sauro.

Cattedrale di San Lorenzo

Il Duomo è un gioiello in stile gotico genovese costituito da una stupenda facciata. Risalente al XIII secolo, con influenze tipiche francesi come il rosone centrale è stato rivisitato nel corso dei secoli. L’interno è composto da tre navate riccamente decorate da opere pittoriche e scultoree. Nella navata di destra trova sede il Museo del Tesoro della Cattedrale che custodisce diversi capolavori di arte sacra.

Porta Soprana e Casa di Cristoforo Colombo

Anticamente la città era costituita da una cinta muraria, delle porte venivano utilizzate come valichi d’ingresso. Porta Soprana è l’unica rimasta ai giorni nostri e risale al IX-X secolo. Nelle vicinanze è presente la casa di Cristoforo Colombo, il famoso marinaio che “scoprì” le Americhe. L’edificio è composto in due livelli, il piano terra era adibito a bottega tessile del padre di Colombo.

Via Garibaldi e Musei di Strada Nuova

Conosciuta anche come “Via aurea” per la bellezza dei palazzi che si trovano lungo la strada. Tra essi i più conosciuti sono i “Musei di Strada Nuova”: Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Doria Tursi. Ogni palazzo raccoglie collezioni di opere di artisti famosi risalenti a epoche differenti.

Piazza De Ferrari

La piazza più importante della città è dedicata a Raffaele de Ferrari. Al centro è presente una bellissima fontana in bronzo progettata dall’architetto Cesare Crosa di Vergagni risalente al 1936. Sulla piazza si affacciano importanti edifici come il Teatro Carlo Felice e il Palazzo dell’Accademia delle Belle Arti.

I Palazzi Rolli

Si tratta di residenze nobiliari genovesi che tra il 500′ e il 600′ offrivano ospitalità ai personaggi illustri della città. Le oltre 100 dimore erano divise in tre categorie in base al loro valore architettonico e abbinate a una certa categoria di ospite. Nel 2006, 42 di essi rientrano nella lista dei Patrimoni UNESCO. I palazzi sono dislocati in diverse parti delle città e aperti durante alcune giornate l’anno nelle cosiddette “Giornate dei Rolli”.

Altri luoghi da visitare

  • Palazzo Reale
  • Museo delle Culture del Mondo di Castello D’Albertis
  • Palazzo del Principe
  • Parco Nervi
  • Staglieno Cimitero Monumentale
  • Corso Italia è la Promenade di Genova

Cosa mangiare a Genova

La cucina ligure ha ottime tradizioni e nella città di Genova trova la sua massima espressione. Partendo dal piatto più famoso, la pasta al pesto, presente ormai in tutte le parti d’Italia e trova qui la sua origine. Altra pezzo forte è la tipica focaccia, preparata in diversi modi: alle olive, al formaggio, cipolla, ecc. Trattandosi di una città di mare il pesce è un’altra pietanza molto diffusa nella cucina genovese.

Come muoversi a Genova

La città è ben servita sia dallo scalo aereo poco distante che grazie alla ferrovie. L’alta velocità collega Genova con la maggior parte delle città del Centro-Nord Italia garantendo la possibilità di una visita anche in giornata. Per chi arriva in auto ha la possibilità di godere al meglio della visita di Genova aggiungendo tappe tra i paesini liguri vicini.