Vai al contenuto

Cosa vedere a Bruges in 1 giorno

Se si ha voglia di visitare il Belgio sicuramente è perché sono state viste delle foto di Bruges. La città dall’aspetto medioevale è incantevole sotto ogni punto di vista. Aver visto alcune foto su internet di questa città ha fatto scattare la scintilla per visitarla. Nonostante la scelta non ideale di visitarla a Febbraio, viste le condizioni climatiche proibitive ne è valsa assolutamente la pena!

Distante meno di 1 ora di treno da Bruxelles si può facilmente vederla in giornata. Il centro storico per la sua bellezza è stato dichiarato Patrimonio Unesco nel 2000. Lungo i canali sono spesso organizzate delle bellissime crociere che consiglio assolutamente di provare. Cliccando il link è possibile prenotare direttamente un tour.

Stadhuis e Burg

Il Burg è una delle principali attrazioni di Bruges. Trova sede in questa piazzalo Stadhuis, storico municipio in stile gotico, risalente al 300’. Nella stessa piazza si trova anche la Basilica del Sacro Sangue.

La Basilica del Santissimo Sangue a Bruges

La Basilica è originaria del XII secolo. Ospita una reliquia del tessuto utilizzato da Giuseppe d’Arimatea per asciugare il sangue di Cristo dopo la crocifissione. L’adorazione della stessa è all’origine della storica Processione (la Heilig-Bloedprocessie) che si tiene ogni anno nel giorno dell’Ascensione.

Friet Museum (Museo delle Patatine Fritte)

Come detto nell’articolo dedicato, le patatine fritte in Belgio sono ovunque. A Bruges hanno addirittura istituito un museo! Sviluppato in tre piani. Oltre la parte didattica contiene anche la sezione gastronomica, con l’atteso assaggio delle patatine a fine visita.

Grote Markt e Historium

Il centro di Bruges, dichiarato Patrimonio UNESCO, è il cuore pulsante della città. Il Grote Markt corrisponde all’antica piazza del mercato nel periodo medioevale. Oggi circondato da tantissimi locali situati in edifici con la tipica guglia appuntita. In piazza trovano posto le statue di Jan Breydel e Pieter de Coninck. I due eroi sono conosciuti per la rivolta fiamminga contro l’occupazione francese. Una delle maggiori attrazioni site all’interno del Markt è l’Historium Brugge.

Belfort

Il Belfort, il campanile alto ben 83 metri, domina Bruges. Data l’altezza si osserva da ogni zona della città. Costituito da 366 scalini, scalarli tutti ne vale la pena dato che offre una veduta suggestiva di Bruges.

Museo Groeninge

Conosciuto anche come Museo delle Belle Arti. Custodisce una cospicua collezione dell’arte fiamminga come i capolavori di Jan Van Eyck e Gerard David.

Chiesa di Nostra Signora

Tra le meraviglie cittadine è impossibile non menzionare la Chiesa di Nostra Signora, conosciuta anche come “Chiesa di Michelangelo”. La connotazione gotica rende cospetto alla città. La massiccia torre in mattoni si erge per 122 metri. All’interno è presente una collezione di tesori d’arte. Tra le opere la “madonna di Bruges” di Michelangelo, scultura in marmo di Carrara posta nella navata laterale destra. Altre opere da ricordare sono le sculture in bronzo della tombe di Carlo Temerario e della figlia, Maria di Borgogna.

Begijnhof

Si tratta di una serie di case bianche raggruppate intorno a un giardino alberato. Il “Begijnhof De Wijngaard”una volta era abitato dalle beghine di Bruges. Oggi ospita le monache dell’Ordine di San Benedetto. Le “beghine” rappresentano donne laiche che hanno deciso di dedicarsi completamente al lavoro e alla preghiera senza prendere i voti. Fu Margherita di Costantinopoli, contessa di Fiandra, a fondare nel 1245 il Begijnhof al fine di riunire le beghine della città.

Minnewater Lake

Uno dei luoghi più fotografati di Bruges è il Minnewater (Il lago dell’amore). Il lago, nei pressi del Begijnhof, è circondato da un parco. Attraversato da un suggestivo ponte del 1720 che lo rende uno tra i posti più romantici d’Europa. Una colonia di cigni è stanziale nel bacino. Secondo una leggenda, nel 1488 la popolazione di Bruges giustiziò uno degli amministratori appartenente alla corte di Massimiliano d’Austria. Visto che lo stemma della famiglia della vittima era un cigno, l’imperatore punì i cittadini obbligandoli a popolare di cigni il lago.

Birrificio De Halve Maan

Oltre le patatine e il cioccolato, il popolo Belga ha un ottima tradizione di birrifici. Il De Halve Maan, fu aperto nel 1856. Lo stabilimento organizza dei tour dedicati su prenotazione per degustare delle ottime birre.

Cosa Mangiare a Bruges

Come detto nella pagina dedicata a Bruxelles, Birra, Patatine e cioccolato riempiono le strade anche di questa meravigliosa città. Qui la sezione dedicata.