Vai al contenuto

Cosa vedere a Berlino in 1 weekend

Cosa fare a Berlino

Berlino, la capitale della Germania che negli ultimi 70 anni è stata ferita, distrutta e ricostruita. Il periodo buio durante la seconda guerra mondiale dovuto alle terribili vicende naziste e successivamente la divisione in Berlino Est e Ovest per mezzo del Muro di Berlino ha segnato la storia della città e di una intera nazione. Oggi la capitale tedesca è in continuo fermento artistico e culturale. Conosciuta come una delle capitali della musica elettronica. Con la metro e la S-Bahn di superficie la città è collegata in maniera capillare.

A pochissima distanza da Berlino segnalo la presenza della città extra circondariale di Potsdam. Si tratta del centro maggiore del Land del Brandeburgo. Conosciuta come “la Versailles tedesca” per il gran numero di parchi e palazzi, tanto da essere inserita tra i Siti Patrimoni UNESCO nel 1990.

Qui è possibile accedere all’articolo dedicato a Potsdam

La città tedesca è ricca di monumenti che a breve passeremo in rassegna. Inizio la trattazione con due attrazioni che meritano di essere in prima linea della lista per la cicatrice la storia della città. Il Muro di Berlino e il Memoriale dell’Olocausto.

Muro di Berlino

La sconfitta della Germania nella Seconda Guerra Mondiale divise in due il paese. La Germania Ovest venne controllata e influenzata dall’occidente e la Germania Est passò sotto l’influenza della ideologia Sovietica. Nell’agosto del 1961 l’URSS per fermare il continuo esodo di cittadini nella zona Ovest costruirono un muro in cemento alto 10 metri e lungo 170 km! I racconti legati al muro sono infiniti, sintetizzando segnò profondamente la storia della città fino alla sua caduta il 9 Novembre 1989. Del Muro è rimasta intatta solo una porzione lunga 1 km. Essa è stata riempita di murales da artisti provenienti da tutto il mondo. Pezzi di muro si possono inoltre trovare sparsi in diverse zone di Berlino.

Memoriale dell’Olocausto

La seconda cicatrice che si porta Berlino in maniera indelebile riguarda le vicende dell’Olocausto. In pieno centro, è stato inaugurato nel 2005 un progetto dell’architetto statunitense Peter Eisenmann. L’opera è costituita da 2711 blocchi in calcestruzzo di diversa altezza e dimensione. I blocchi misurano da 20 cm a 5 metri d’altezza. Il risultato è una struttura labirintica, stretta e quasi irritante per chi ci cammina attraverso, dando una sensazione di smarrimento, solitudine e straniamento.

Porta di Brandeburgo

Si tratta di un vero e proprio simbolo della città. Fu commissionata nel 1788 da Guglielmo II che volle una porta dallo stile neoclassico. Composta da 12 colonne alte 26m sulla sommità svetta una quadriga. Essa raffigura la Dea della Vittoria a bordo di un carro trainato da 4 cavalli. Più volte fu presa di mira nel corso dei secoli da bombardamenti e tutte le volte venne sempre ricostruita.

Palazzo del Reichstag

La sede del parlamento tedesco sin dai tempi della sua costruzione a fine del 1800. In tale luogo fu proclamata la nascita della Repubblica Tedesca nel 1918. Nel 1990 venne celebrata all’interno del palazzo la riunificazione della Germania. Per prenotare una visita e ammirare la cupola basta cliccare questo link.

Tiergarten

Si tratta di un bellissimo parco urbano, il vero polmone verde di Berlino. Situato tra la Porta di Brandeburgo e il Zoologischer Garten Berlin si estende per 210 ettari. Nel parco sono presenti grandi prati, laghi e sentieri riccamente popolati di diverse specie di piante e animali.

Colonna della Vittoria

Il Tiergarten è attraversato da una grande arteria stradale che parte dalla porta di Brandeburgo e termina con una rotonda, al centro di esse è presenta la Colonna della Vittoria. Fu costruita per celebrare le vittorie militari prussiane alla fine del XIX secolo. La strada è un famoso passaggio della maratona di Berlino che si svolge annualmente a fine settembre.

L’Isola dei Musei

Dal nome si capisce che ci troviamo in un luogo eccezionale dal punto di vista storico-culturale, non per niente è stato dichiarato Patrimonio UNESCO. Composta da ben 5 musei che ripercorrono la storia dell’uomo dall’antichità a oggi. Il più antico è l’Altes Museum, costruito tra il 1823-1830, ospita collezioni provenienti dall’antica Grecia. Il Neus Museum, comprende reperti dell’antichità classica ed egizie. L’Alte Nationalgalerie trova spazio una importante raccolta di pittura e scultura tedesca del XIX secolo. Il Bode museum fu costruito nel 1904 e contiene un’immensa collezione di 500.000 pezzi di monete. Concludendo, il Pergamon Museum, prende il nome dall’altare di Pergamo risalente al II secolo a.C. Contiene anche le maestose Porte del mercato di Mileto e di Babilonia.

Duomo di Berlino

A pochi passi dall’isola dei musei è possibile ammirare l’imponente Duomo di Berlino. L’edificio che vediamo oggi è il risultato della ristrutturazione voluta dall’imperatore Guglielmo II. Venne demolita la precedente cattedrale per costruire un edificio che rispecchiasse il prestigio della dinastia. Il Berliner Dom nel suo stile barocco con richiami rinascimentali italiani è lungo ben 114 metri e alto 116. E’ possibile raggiungere la sommità della cupola dopo aver salito i 270 gradini della scalinata.. Lo sforzo ne vale la pena data la vista mozzafiato della città.

Alexanderplatz

Si tratta di una delle principali piazze di Berlino, il nome risale al 1805 in occasione della visita a Berlino dello zar Alessandro I. La piazza è stata teatro dei principali eventi della storia berlinese. Snodo cruciale per il traffico della capitale con una confluenza di linee di bus e tram. Densamente popolata tutto l’anno per la presenza di innumerevoli negozi, locali. A settembre avviene anche qui come in tante altre località tedesche l’Oktober fest. I pezzi forti della piazza rimangono la torre della televisione e l’orologio Weltzeituhr.

La Torre della televisione dall’alto dei suoi 365 metri è visibile da ogni punto della città. Un ascensore che sale alla velocità di 6 metri al secondo, porta i visitatori alla sfera d’acciaio, a quota 203 metri, dalla quale si gode una spettacolare vista su tutta Berlino. Qui il link per prenotare la visita.

L’Urania Weltzeituhr, l’orologio che segna le ore delle principali città del mondo è un’altra bellissima attrazione presente in piazza Alexanderplatz.

Gendarmenmarkt

Altra piazza assolutamente da visitare è Gendarmenmarkt che ospita alcuni favolosi palazzi come il Duomo Tedesco e la Sala dell’Opera Schauspielhaus Berlin

Checkpoint Charlie

Si tratta della ricostruzione del passaggio tra Berlino Est e Berlino Ovest. Qui i carri armati sovietici e americani si schierarono per controllare la città spaccata in due. Oggi è diventata un’attrazione prettamente turistica con figuranti vestiti da soldati americani e sovietici con cui scattare una foto ricordo.
Si trova in Friedrichstraße 43-45.

Altri luoghi da visitare

  • Crociera sulla Sprea
  • Charlottenburg
  • Zoologischer Garten Berlin
  • Potsdamer Platz
  • Topographie des Terrors

Cosa mangiare a Berlino

La fama che i tedeschi sono gran bevitori di birra e mangiano wurstel e crauti è tangibile ovunque attorno a Berlino. Il piatto per eccellenza infatti è il tipico street food del panino con i wurstel, spesso accompagnati con crauti e patatine. Completa ogni pasto un grande boccale di birra! Berlino comunque è una città cosmopolita piena di immigrati sia turchi che italiani che di tante altre nazionalità quindi è possibile gustare dal tipico kebab alle pizze italiane. Cliccando qui è possibile avere un maggior approfondimento sulla cucina tedesca

Come muoversi a Berlino

La capitale tedesca offre un servizio pubblico molto efficiente e variegato. Oltre ai bus e tram sono presenti la metro sotterranea (U-Bahn)e la metro di superficie (S-Bahn). Cliccando su questo link è possibile accedere alla mappa relativa ai servizi pubblici di Berlino. I mezzi sono attivi dal mattino presto a tarda serata, nei fine settimana 24 ore su 24! Acquistando la Welcome Card è possibile avere dei vantaggi sia in termini di trasporti che per alcune attrazioni. Per chi infine vuole approfittare di un tour con bus e audio guida può prenotare in anticipo online un tour cittadino.