Vai al contenuto

Cosa vedere a Bergamo in 1 weekend

Bergamo è nota per il famoso scalo Orio al Serio, punto di riferimento per la compagnia low cost Ryanair. L’aeroporto permette di raggiungere tantissime località nazionali e internazionali e da qui si può prendere spunto per una visita in giornata della città. Bergamo è divisa in due parti distinte, la “Città bassa” e la “Città Alta”, collegate tra loro anche da una funicolare. Bergamo Alta è la meta turistica principale, cuore storico di Bergamo, circondata dal patrimonio UNESCO dal 2017, le Mura veneziane, costruite dalla Repubblica di Venezia alla fine del 1500.

Come annunciato sopra Bergamo è comodamente visitabile in giornata. Nei weekend spesso è presa d’assalto dai turisti, quindi consiglio di prenotare in anticipo tra le tante locande disponibili, per gustare le prelibatezze della cucina tipica.

Piazza Vecchia

Il cuore di Bergamo Alta è Piazza Vecchia. Considerata dall’architetto Le Corbusier come una delle più belle piazze d’Europa: “non si può toccare una pietra, sarebbe un delitto“, scriveva nel 1949. Piazza Vecchia è divisa da Piazza Duomo dal portico del Palazzo della Ragione. Al centro trova posto la Fontana Contarini con le sue sfingi, intorno sono presenti: il Palazzo della Ragione, il Campanone, il Palazzo del Podestà e la Biblioteca Angelo Mai.

Basilica di Santa Maria Maggiore

Tra gli edifici più importanti di Bergamo, costruita nel 1137, la basilica presenta diversi riferimenti gotici. La caratteristica peculiare è l’assenza di una porta d’ingresso sulla facciata centrale, compensata da 4 porte laterali. Una curiosità da attenzionare è la presenza tra la porta dei Leoni rossi e quella alla sua sinistra di due antiche unità di misura: il Capitium Comunis Pergami (cavezzo – 2,63 metri) e il Brachium (braccio – 53,1 cm). Un tempo erano utilizzate dai commercianti di tessuti.

Cappella Colleoni

La Cappella Colleoni si trova a destra della facciata della Basilica di Santa Maria Maggiore. Costruita tra il 1470-1476 da Giovanni Antonio Amadeo, è dedicata ai santi Bartolomeo, Marco e Giovanni Battista. Una cancellata in ferro battuto presente all’ingresso serve come protezione per le colonne in marmo rosso e bianco. Ulteriore curiosità legata al monumento è la presenza di 3 testicoli nella cancellata d’ingresso che secondo la leggenda, toccarli porti fortuna.

Duomo

Completa il trittico religioso nella piazza centrale il Duomo. L’edificio è quello più anonimo rispetto agli altri ma che vale comunque la pena di visitarlo. Composto da stili architettonici differenti a seguito di rivisitazioni avvenute nel corso delle varie epoche.

Palazzo della Ragione

Il Palazzo della Ragione di Bergamo è il più antico palazzo comunale d’Italia. Costruito in seguito alla Pace di Costanza. Come lo vediamo oggi è il frutto di modifiche risalenti al 1540. Distrutto e ricostruito più volte, fu utilizzato come tribunale durante il controllo veneziano di Bergamo. All’interno è possibile ammirare la meridiana del 1798 realizzata dall’abate Giovanni Albrici. Al primo piano del palazzo si trova la Sala delle Capriate con le finestre e il balcone che danno su Piazza Vecchia. Entrando, sono conservati circa 100 affreschi recuperati attorno alla provincia bergamasca.

Palazzo del Podestà e Campanone

Sempre in Piazza Vecchia svetta il “Campanone”, ovvero l’antica torre civica. Dai suoi 53 metri di altezza offre una spettacolare vista sulla città. La cima della torre si può raggiungere salendo 230 gradini oppure tramite ascensore. In principio fu abitata dalla famiglia Suardi-Colleoni, ed era alta soltanto 37,7 metri. Nel 1374 viene acquistata dal comune che vi alloggia le carceri comunali. Successivamente nel 1500 viene aumentata in altezza, aggiunta la nuova cella per le campane e l’orologio raggiungendo i 53 metri attuali.

Mura venete (cinta muraria)

Le mura veneziane sono patrimonio mondiale dell’umanità Unesco dal 2017. Furono costruite nella seconda metà del Cinquecento dalla Repubblica di Venezia come scopo difensivo, misurano circa 6 km. Vista la posizione strategica della città si ha la possibilità di vedere paesaggi mozzafiato non solo sull’intera Bergamo, ma di tutti i territori circostanti. Lungo le mura si aprono 4 porte di ingresso alla Città Alta .

Piazza Matteotti

Rappresenta il fulcro di Bergamo Bassa, l’area moderna della città. Piazza Matteotti è caratterizzata dalla presenza di locali e attrazioni culturali e come punto di ritrovo dei giovani.

Sentierone

Viene chiamato il “triangolo dello shopping bergamasco”. Ecco è composto rispettivamente dalle vie: XX Settembre (via dello shopping principale), Via Sant’Alessandro e Via Sant’Orsola.

Altri luoghi da visitare

  • Museo Civico di Scienze Naturali “E. Caffi”
  • Orto Botanico Lorenzo Rota
  •  Casa- Museo Donizetti
  • Accademia Carrara
  • GAMeC

Cosa mangiare a Bergamo

La cucina di Bergamo è molto variegata e presenta diverse specialità tipiche. La polenta è sicuramente il piatto più diffuso dell’hinterland bergamasco e non solo. Un tempo era un piatto contadino, negli ultimi anni ha ritrovato nuovamente fortuna. La polenta base viene accompagnata con qualsiasi pietanza dalla carne, ai formaggi al pesce. Altra specialità tipica bergamasca sono i casoncelli, un tipo di pasta ripiena con carne bovina e suina. Infine da menzionare i salumi ma soprattutto i formaggi, con 9 DOP, e i vini. Spesso meta per i fine settimana da parte dei locali e dai turisti consiglio di mangiare nelle ottime trattorie ma di prenotare in anticipo viste le lunghe attese!