Vai al contenuto

L’isola di Aegina una meta poco conosciuta

La Grecia è composta da una circa 6.000 tra isole e isolotti. Molte sono disabitate e altre meno conosciute al pubblico di massa. Tra le isole del mar Egeo un’isola è resa particolare grazie all’incredibile vicinanza ad Atene, Aegina. L’isola ellenica ha il vantaggio di trovarsi a solo un’ora dal Pireo. Tale motivo la rende una meta gettonata per gli ateniesi che la sfruttano come meta di relax dal caos cittadino.

D’estate l’isola è più affollata dai locali per godere dell’ottimo mare. L’isola come detto non è conosciuta a tutti ma negli ultimi anni si sta mettendo in evidenza per le sue bellezze naturali, di cibo e di monumenti. Il nome deriva secondo il mito da quello della madre di Eaco, Aegina appunto.

Aegina Town

Rappresenta il punto più importante della città, di fatto il capoluogo dell’isola. La presenza dello scalo portuale è il punto di partenza per poter visitare l’intera isola. Per chi arriva in auto da Atene ha il vantaggio di fare una rapida tappa nella piccola città per girare le restanti restanti bellezze isolane. La città gode di un atmosfera davvero tranquilla. In ogni angolo è possibile ammirare vie colorate, ricche di negozi e locali tipici.

Monumenti

Il sito archeologico più importante dell’isola si trova in prossimità del porto. Noto come Kolona, risale al VI secolo a.C. si trova il Tempio dedicato ad Apollo. Altro interessante santuariosi trova nel promontorio opposto. Si tratta del Tempio di Atena Afaia, una dea locale dell’isola. In stile dorico risale agli inizi del V secolo a.C.

Di epoca più recente sono gli edifici che si trovano nella città vera e proprio. Costituiti dai cosiddetti edifici Kapodistriani risalenti all’inizio del XIX secolo. Altro monumento di interesse è la Torre di Markellos risalente intorno al XVII secolo come torre di guardia contro gli Ottomani.

Le spiagge di Aegina

Circondata da un mare azzurro e acqua cristallina la località è ricca di spiagge interessanti. Oltre quelle a pochi passi dal capoluogo da segnalarne diverse lungo le cose. Tra esse le spiagge di Souvala, a 10 km dal capoluogo, e Agia Marina, a circa 13 km da Aegina Town. Quest’ultima è una spiaggia molto attrezzata per chi è appassionato di sport acquatici.

Cosa mangiare

L’isola di Aegina è famosa per essere conosciuta come l’isola dei pistacchi. La coltivazione ha origini antichissime, dai tempi delle conquiste di Alessandro Magno. Nonostante le piccole dimensioni del territorio la coltivazione della pianta è molto intensa. Utilizzato per ogni pietanza sia dolce che salata. Punto di riferimento dell’isola è la storica pasticceria Aiakeion. Ricca di dolci fatti a mano e altri prodotti a base di pistacchio. Altro pezzo forte della tradizione gastronomica dell’isola greca sono i prodotti ittici. Tra essi il polpo è un alimento molto consumato, in particolare è tradizione di lasciar essiccare al sole il mollusco.